Pollini verso la svolta rilancia i modelli storici

4 giu 2020

La scarpa maschile degli anni Venti ha ereditato dalla sneakermania l’obbligo della comodità, ma in termini stilistici sta già arrivando il momento della svolta. A confermarlo è la collezione proposta a Pitti immagine uomo da Pollini, marchio da 27,3 milioni di ricavi nei primi nove mesi 2019 (+0,6%) e appartenente al gruppo Aeffe, che nello stesso periodo ha messo a segno un incremento dell’1,7% superando quota 269 milioni.

«L’evoluzione si nota e spinge l’uomo verso un’eleganza con un tocco effortless, verso un comfort che non pregiudica qualità ed estetica del prodotto», ha spiegato a MFF Natalia Battaglini, head of product and merchandising dell’azienda con sede a Gatteo, nel distretto calzaturiero del Rubicone (Romagna).

image

La collezione, ispirata al viaggio e al mood invernale degli anni Settanta, comprende una parte Archive che, come rivela il nome, trae spunto dal vasto archivio aziendale opportunamente rivisitato: «C’è un forte ritorno alle origini, ai codici stilistici del marchio, ma il prodotto che ne deriva è assolutamente contemporaneo», ha sottolineato Battaglini.

image

Preziosi vitelli francesi si alternano a materiali più sportivi, dai bottalati ai nubuck, spesso abbinati a lane e tessuti per rendere ancora più attrattive le calzature del brand di Aeffe, che nei modelli più sportivi sono caratterizzate da un particolare inedito: lo scudetto che comprende logo aziendale, brand e una grafica che si ispira agli alberi innevati, ulteriore richiamo al tema della montagna d’elite e alla settimana bianca dei tempi lontani.

image

«Lo scudetto è stato sviluppato in diverse colorazioni per caratterizzare la collezione stagionale maschile activewear e casual, ma lo riprenderemo in parte per la donna», ha aggiunto Battaglini. Alla base della creatività di Pollini per la parte maschile, da cui dipende circa il 30% del giro d’affari del marchio, c’è soprattutto l’attenzione per il cliente di riferimento, identificato nel professionista affermato di età compresa tra i 35 e 55-60 anni, spesso in viaggio e per tempi brevi.

Una connotazione che ha determinato lo sviluppo di una pelletteria elegante e funzionale: si notano in particolare le borse in coated canvas con interni realizzati per contenere non solo laptop e materiali da ufficio, ma anche scarpe, camicie e capi d’abbigliamento per rapide trasferte, con particolari attenzioni al peso complessivo per rispettare i limiti fissati dalle compagnie aeree. (riproduzione riservata)


2963
216